Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Esami di fine anno ed esame finale  

Esami di fine anno per il passaggio all'anno successivo

La verifica dell’avanzamento dell’attività di ricerca finalizzata alla tesi prevede una presentazione, in italiano o in inglese a scelta del candidato, al termine di ogni anno, con discussione pubblica dei risultati raggiunti in presenza dei membri del Collegio Docenti.

Al termine della relazione, il collegio esprime un giudizio sull’attività di ricerca svolta chiedendo, se necessario, integrazioni o modifiche al progetto seguito dallo studente e decidendo per l’ammissione o no agli anni successivi.

Alla fine dell’anno ogni studente invia al collegio una breve relazione in cui indica le attività svolte durante l’anno e la lista delle pubblicazioni, dei convegni e dei corsi seguiti.

 

Esame finale per il conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca in Epidemiologia, ambiente e sanità pubblica

Alla fine dell’ultimo anno di corso il Collegio dei docenti formula un giudizio sull’attività di ricerca del dottorando consentendogli o no di accedere all’esame finale. Se giudicato idoneo, il Collegio dei docenti individua almeno due docenti valutatori di elevata qualificazione, anche appartenenti ad istituzioni estere, esterni all’Ateneo e a tutti i soggetti che concorrano al rilascio del titolo a cui inviare la tesi per una valutazione esterna congiuntamente al giudizio del collegio.

 

I docenti valutatori, scelti dal Collegio, non potranno fare parte della Commissionegiudicatrice per l’esame finale.

I docenti valutatori hanno un periodo di tempo, solitamente un mese, per inoltrare al collegio il proprio giudizio.

Ricevuto il parere dei docenti valutatori esterni il Collegio docenti stabilisce la data e il luogo dell’esame dandone comunicazione contestuale al dottorando. L’esame deve essere comunque svolto entro 60 giorni dalla ricezione del parere dei valutatori.

La Commissione per ‘esame finale è composta da tre membri scelti tra i professori (almeno uno di prima fascia) e ricercatori universitari di ruolo, specificamente qualificati nelle discipline attinenti alle aree scientifiche cui si riferisce il corso. Almeno due membri devono appartenere a Università, anche di Paesi stranieri, non partecipanti al dottorato e non devono essere componenti del Collegio dei docenti.

Documenti correlati  

Torna ad inizio pagina